giovedì 17 agosto 2017

GIARDINI NAXOS - TRA SCEMPIO E MANCANZA DI CIVILTA'

GIARDINI NAXOS - Si ripete ogni anno per ferragosto, la devastazione delle belle spiagge del litorale naxiota,dove migliaia di ragazzi,e non solo , prendono d'assalto ogni metro quadrato di battiggia,facendovi sosta con gazebo e tende da campeggio, e per oltre 24 ore ,Giardini Naxos,rimane ostaggio di quelli che qualcuno definisce i soliti "zaurdi incivili". Nel 2017 nell'era dei vaccini obbligatori,della rimozione provocatoria dei crocifissi nelle scuole,della differenziata,nessun politico al governo ha istituito una seria ora di lezione a scuola di educazione civica, e i nostri giovani tutt'altro che ambientalisti,non si preoccupano minimamente di salvaguardare le spiagge,come se la violenza perpetrata alle spiagge non fosse reato. Inconcepibile vedere quintali di rifiuti riversati lungo tutto il litorale che va' da recanati a S.Giovanni,dalle bottiglie di vetro di liquore,ai pannolini pieni di escrementi buttati a casaccio, dagli indumenti sporchi,lasciati marcire nella sabbia , ai resti di veri e propri pranzi degni della vigilia di Natale. Se a qualche operatore commerciale di poco conto ,questo scenario non fa' nessuno effetto,perche' gli permette di vendere in quelle 24 ore che segue il ferragosto,qualche bottiglia di coca cola o wodka,a noi testimoni di questo scempio, fa' semplicemente schifo, e chi viene a Giardini Naxos e soggiorna qualche giorno, fa' ancora piu' schifo,vedere come l'incivilta' e cosa comune ancora in tanti Siciliani. Quello che accade a Giardini Naxos,non e' un unico esempio,stesse problematiche,si ripetono anche in altri litorali delle coste siciliane,ma a Giardini Naxos,questo fastidioso problema e ' ancora piu' marcato,per l'assenza dei controlli sopratutto della Guardia Costiera,ormai impegnata a fare il taxi del mare ai Migranti,tralasciando i controlli delle coste siciliane,dove andrebbero sanzionati gli incivili che compiono questo scempio,pari alla stessa violenza dei roghi a causa degli incendi e pari al maltrattamento degli Animali,anche in quest'ultimo caso il governo ha pensato bene di togliere il corpo forestale. Questo non e' turismo...e di questo turismo preferiremmo farne a meno, fortunatamente nonostante le ordinanze del comune che vieta questo genere di assemblamenti con tende da campeggio e gazebo,il Comune di Giardini Naxos, grazie agli operatori delle spiagge,che ogni anno,con grande spirito e determinazione,puliscono il litorale giardinese,per pochi euro,le spiagge stanno per essere prontamente ripulite,ma rimane aperta la questione dei controlli di chi dovrebbe controllare,e l'incivilta' che sembra perdurare,nella nostra Regione, nonostante le campagne di sensibilizzazione delle associazioni ambientaliste e dei tanti volontari che spesso anche a titolo personale promuovono campagne per il rispetto dell'ambiente.

domenica 23 luglio 2017

MESSINA E PROVINCIA - ALTRI MIGRANTI IN ARRIVO,INVASIONE SENZA FINE !

GIARDINI NAXOS- l’accoglienza e l’assistenza di cittadini stranieri, in provincia dovrebbero essere accolti 2209 persone. Il bando, consultabile dal sito della prefettura di Messina, fa un elenco dei migranti previsti, comune per comune Nel dettaglio troviamo - 183 migranti per la città di Messina - 122 a Barcellona P.G. - 60 a Milazzo, - 39 a Giardini Naxos - 52 a Lipari - 29 a Gioiosa Marea - 52 a Sant’Agata Militello - 31 a Torregrotta - 30 a Terme Vigliatore - 45 a Taormina - 21 a Spadafora - 27 a San Filippo del Mela - 29 a San Fratello - 55 a Patti - 19 a Capo d’Orlando - 24 ad Acquedolci e Brolo - 26 a Tripi - 35 a Villafranca Il numero dei posti assegnati tiene conto, come per il caso Barcellona P.G., Capo d’Orlando, Messina e Milazzo, della presenza delle strutture per richiedenti asilo.

venerdì 21 luglio 2017

CATANIA - GUERRIGLIA AL MERCATO TRA ITALIANI E AFRICANI ,STATO ASSENTE !

CATANIA - Guerriglia urbana ,alcuni giorni fa' al tradizionale mercato rionale della fiera, coinvolte oltre una cinquantina di persone,tra Africani e Italiani ,e precisamente nei pressi della centralissima parallela di corso sicilia, dove solo per un miracolo non si sono avute conseguenze piu' gravi. Durante la guerriglia durata alcuni minuti abbondanti,anche un furgone scagliato in mezzo alla gente e alle bancarelle,ci poteva scappare pure il morto,e delle forze dell'ordine, nessuna traccia. Pur essendo una zona molto centrale, solitamente frequentata anche da turisti curiosi,che visitano questo importante mercato rionale,non vi e' alcuna postazione fissa di vigili urbani,mentre se andiamo alla pescheria di Catania,i vigili urbani sono a stazionamento fisso, dunque Enzo Bianco sindaco di Catania,che si vanta di una citta' modello ,e in mano all'illegalita' e al degredo,in mano a lobby africane che vendono quotidianamente e abusivamente merce rubata o contraffatta,non ha mai pensato di reprimere questo genere di commercio,e quando si pensa di intervenire,lo si fa' sporadicamente solo per dare l'impressione che il comune si impegni a contrastare questo preoccupante fenomeno. Pare che la rissa sarebbe scaturita ,appunto, dalla presenza sempre piu' massiccia di extracomunitari,molti dei quali privi di permesso di soggiorno,e dunque clandestini,che si appropriano in maniera plateale di spazi commerciali non dovuti,senza licenza e senza pagare nessun suolo pubblico,cosa che invece i cittadini, lavoratori catanesi,sono costreetti a pagare per essere in regola,da qui la rivolta degenerata in uno scontro da stadio.